mercoledì, Maggio 22, 2024
news

Geopolitica e Geoeconomia del Mediterraneo allargato come arena multipolare di confronto geostrategico.

di Roberto Bevacqua

Per il secondo anno consecutivo  sono stato invitato  a tenere una lezione presso il Centro Interforze Formazione Intelligence e Guerra elettronica, CIFIGE/GE,  corso specialistico di alta formazione di analisti di intelligence dello STATO MAGGIORE DELLA DIFESA. Presenti alla lezione il personale selezionato di tutte le FFAA, Esercito, Aereonautica,  Marina, Carabinieri, Guardia Di Finanza e Polizia di Stato.

Sono onorato di essere ancora una volta tra i docenti di questo corso al servizio del Paese e dello Stato Maggiore della Difesa.  

Il tema che ho trattato ha riguardato la Geopolitica e la Geoeconomia del Mediterraneo allargato come arena multipolare di confronto geostrategico.

Ho analizzato le sub aree e i fattori di frammentazione areali e di differenziazione dei quadranti marittimi nell’evoluzione dei vari fattori di tensione e conflittualità del Medioceano. Un analisi sistemica utile a decifrare la complessità del Mediterraneo Vasto, tra radicalizzazione, idroconflitti, accesso alle risorse naturali, tensioni a carattere etnico-nazionalistico, problematiche demografiche, socioeconomiche e geopolitiche che incidono sulla stabilità del Mare delle Terre e sul nostro Interesse Nazionale.

Interesse nazionale e Sicurezza, sempre più bisognosi di un Piano Strategico Nazionale  che tuteli asset fondamentali e piani securitari del Paese, colmando ritardi e accentuando la proiezione geografica del Paese nel bacino marittimo più trafficato al mondo, le cui tensioni multifattoriali sono capaci d’innescare ed alimentare fenomeni sistemici in grado di coinvolgere altre regioni geopolitiche e l’assetto politico-strategico globale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

krysopeainstitute